Amplificatore di massa

Amplificatore di massa

Connessione dell'oscilloscopio
Esempio di forme d'onda e note
Informazioni tecniche


Connessione dell'oscilloscopio durante il test:
amplificatore di massa

Inserire un adattatore di prova BNC nel canale A dell'PicoScope, collegare una pinza grande a coccodrillo nera sulla presa nera (negativo) dell'adattatore e una sonda da agopuntura sulla presa rossa (positivo) dell'adattatore. Collegare una pinza a coccodrillo nera al morsetto negativo della batteria e collegare la massa dell'amplificatore alla sonda da agopuntura come illustrato in figura 41.1. Il filo a massa può essere identificato o consultando la documentazione tecnica oppure verificando una tensione bassa che aumenta con una serie di rampe.

Come rilevato nella forma d'onda di esempio, la tensione rilevata durante questo test è molto bassa e la riproduzione in scala dell'oscilloscopio va regolata in tal senso. Con la forma d'onda di esempio visualizzata sullo schermo, premere la barra spaziatrice per cominciare a vedere le letture in tempo reale.
Su questa forma d'onda è possibile rilevare il rumore "hash" o RF in quanto la scala è talmente bassa che diventa suscettibile all'interferenza proveniente dal circuito da alta tensione del veicolo.


Fig. 41.1

Esempio di forma d'onda dell'amplificatore di massa

Note sulla forme d'onda dell'amplificatore di massa

La massa sull'amplificatore di accensione (anche denominata modulo o candela di accensione) è fondamentale per il funzionamento del sistema di accensione e, spesso, è considerata l'area dei principali problemi potenziali.
La massa, in condizioni non ideali, potrebbe causare una riduzione della corrente primaria che avrà effetto sul circuito di limitazione della corrente (o controllo di fase). È pertanto importante che questa connessione sia controllata e corretta qualora venga rilevata oltre i limiti funzionali. È possibile testare un circuito di ritorno a massa solo quando il circuito è sotto carico e ciò impedisce la correttezza del test di continuità della massa con un multimetro. Poiché il circuito primario della bobina è completo solo durante il periodo di fase, è necessario monitorare la diminuzione di tensione durante questo periodo.

Accertarsi che la scala di tensione non superi i 0,5 V. Il risultato della forma d'onda è strettamente correlato alla linearità. Una forma d'onda che virtualmente non presenta alcuna salita, indica un amplificatore o modulo con una massa perfetta. Se la scala è troppo elevata, è possibile saldare un altro filo a massa parallelamente all'originale e fissarlo a un buon punto a massa.

Informazioni tecniche - amplificatore di massa dell'accensione

Lo scopo dell'amplificatore dell'accensione è quello di alimentare una corrente primaria relativamente alta di circa 8/10 A a massa, nel momento in cui riceve un segnale dal sensore o dall'ECM. Il percorso a massa in questo circuito gioca un ruolo importantissimo nella gestione del corretto funzionamento del circuito del primario dell'accensione.
Il percorso a massa è spesso ignorato come una zona problematica, le condizioni del cablaggio e le connessioni a massa possono essere controllate utilizzando un multimetro sulla scala ohmica. Tuttavia la lettura può mostrare una buona continuità sotto queste condizioni (nessun carico), senza che questo test dimostri la capacità del circuito di operare in condizioni di funzionamento normali.
Un controllo della caduta di tensione è l'unica opzione disponibile se è necessario valutare correttamente il percorso da massa alla batteria. Eseguendo questo controllo con un oscilloscopio tenere conto che più è piatta la forma d'onda risultante, migliore è il percorso a massa dalla bobina attraverso l'amplificatore. La lunghezza della rampa viene determinata dall'angolo di fase e si espanderà in corrispondenza dell'aumento della velocità del motore.

Circuiti del primario dell'accensione – amplificatori
Fig. 41.2

Nella figura 41.2 viene illustrata una scelta di amplificatori dell'accensione.

Torna all'indice
© Copyright 1995-2010 Pico Technology Ltd
Copyright %anno% - PCB Technologies P.IVA 01474230420